7 ingredienti naturali per pulire casa

n. 601

guantiPronti per le pulizie del weekend? Bene, allora che ne dite di ridurre un po’ il carico di ingredienti di sintesi e usare qualcosa che inquini meno l’aria e quindi i nostri polmoni? Ecco una lista di “ingredienti” inaspettati per pulire casa, che funzionano grazie alla meravigliosa chimica della Natura. Ehi c’è anche un fluido prodotto... da noi!

 

Vodka, gin, rum bianco: perfetti contro le macchie di vino rosso.

perché: le antocianine, i pigmenti che rendono rosso il vino, sono solubili nell’alcool.

come: imbevi un panno pulito o della carta casa con uno degli alcolici e applica gentilmente sulla macchia. Oppure applica l’alcoolico direttamente sulla macchia se questa è molto estesa.

 

Saliva: per rimuovere macchie di cibi a base di carboidrati (esempio una macchia lasciata da una bevanda zuccherata)

perché: la saliva contiene l’enzima amilase, che rompe le catene di carboidrati

come: sputacchia sulla macchia e poi rimuovi con un panno pulito

 

Ketchup: per pulire oggetti di argento, rame e ottone che si sono anneriti

perché: lo strato scuro è formato da metallo ossidato. L’acido contenuto nel pomodoro rimuove questa patina perché reagisce con gli atomi ossidati, li “dissolve” e la brillantezza ritorna.

come: prendi un panno o la carta casa, metti un po’ di ketchup e strofini

 

Limone, bevande a base di cola, aceto, patate crude grattuggiate miste a bicarbonato di sodio: per rimuovere sottili patine di ruggine

perché: la loro acidità reagisce con gli atomi ossidati di ferro e li dissolve

come: basta mettere il prodotto su un panno e strofinare gentilmente.

 

Buccia di banana, l’interno: per “risanare” le pieghe sulla pelle di scarpe e borse

perché: il potassio contenuto nella banana penetra nel taglio e “gonfia” dall’interno l’avallamento (insomma, come se fosse un antirughe). Non a caso il potassio si trova spesso nei prodotti per la pulizia delle scarpe.

come: strofinare sulla piega poi pulire con un panno umido.

 

Chicchi di caffé tostato: per allontanare i cattivi odori dal frigorifero

perché: grazie al fenomeno dell’adsorbimento. Sulla superficie dei chicchi ci sono dei pori, invisibili all’occhio umano. I bucherelli aumentano tantissimo la superficie del chicco. Le molecole odorose che viaggiano all’interno del frigorifero si “attaccano” a questa superficie.

come: mettere i chicchi in un contenitore, tipo ciotolina. Rinnovare una volta al mese

 

Pompelmo, aceto: per rimuovere le macchie di calcare sul piano di acciaio della cucina

perché: l’acido citrico del frutto scioglie il calcare a livello molecolare, idem per l’acido acetico dell’aceto.

come: strofinare mezzo pompelmo dove ce ne è bisogno. Aceto: imbevi un panno e passa sulla superficie.

 

fonti: http://www.acs.org/content/acs/en.html

Facebook Comments Box