Le Alfa in testa

n. 321

ruotaMi chiedo come mai siano sempre le donne a farmi curiose in cui scienza e insolito/magia/superstizione si mescolano fra loro. L’altro giorno per esempio una mia amica mi ha chiesto se è vero che le onde cerebrali sono implicate nella telepatia. Mi sa che qui c’è un po’ di confusione. Le onde cerebrali non sono onde che “escono” dalla scatola cranica e irradiano nello spazio. Sono microflussi di corrente che fluiscono da un neurone all’altro. In altre parole il cervello è fatto da miliardi e miliardi di neuroni che per comunicare fra loro usano gli impulsi elettrici. Ebbene le onde del cervello, misurate dall’elettroencefalogramma, sono una “mappa” della corrente elettrica che fluisce da un neurone all’altro in un certo intervallo di tempo. Le onde alfa per esempio hanno una frequenza media di circa 10 Hz, cioè 10 impulsi al secondo. Sono le onde più intense generate quando abbiamo gli occhi chiusi ma le stiamo emettendo anche in questo momento, mentre leggiamo queste righe. E spero non vi facciano dormire: altrimenti passate alle onde theta del sonno rem, in media 6 Hz. Quando siamo particolarmente agitati e arrabbiati invece la frequenza sale fino a 42 Hz, uno zampillare di corrente che se ci infiliamo una lampadina in bocca, la accendiamo come faceva zio Fester della famiglia Addams. Le onde alfa sono molto interessanti: sono emesse soprattutto da una zona del cervello, chiamata corteccia occipitale, dietro vicino alla nuca, dove avviene l’elaborazione delle immagini. Allora alcuni scienziati si sono chiesti: come mai queste onde non disturbano la nostra visione? O meglio: come mai i neuroni che lavorano le immagini che guardiamo, non perdono un colpo fra un impulso e l’altro? In realtà i colpi li perdono ce ne rendiamo conto fissando l’immagine  di apertura. Guardatela al centro poi spostate gli occhi attorno ad essa in modo che il centro faccia parte della vostra visione periferica. Vedete che il centro “trema”? La frequenza con cui trema, è la stessa delle onde alfa. Per dimostrarlo, gli scienziati Sokoliuk e Vanrullen dell’Università di Tolosa hanno mostrato ad alcuni volontari diverse ruote con il centro realmente tremolante: ebbene il movimento è stato percepito solo quando aveva una frequenza di 9,1 Hz, cioè quasi uguale a quella delle onde alfa. Inoltre i ricercatori si sono accorti che la percezione dell’illusione aumentava a sua volta la produzione di onde alfa. Insomma la telepatia non c’entra (ma esiste? Mah…) ma un pizzico di spiritualità sì: durante la meditazione i monaci zen hanno il cervello pieno zeppo di onde alfa.

Facebook Comments Box