Lezione alla cassa

n. 466

fioreAlle volte le lezioni di vita arrivano da posti impensabili. Come il supermercato. Arrivo alla cassa, appoggio la spesa sul nastro e attendo che sia il mio turno. Guarda davanti a me e alla postazione accanto c’è una commessa molto particolare. Ha occhi azzurri profondi e un nasino all’insù che neanche il miglior chirurgo plastico potrebbe scalpellare. La testa di questa donna è quasi priva di capelli: sono rossi naturali ma sono sottilissimi e radi, evanescenti come una nuvola lasciano intravedere perfettamente la cute e il profilo del cranio. Impossibile non notarla. In una società come la nostra, dove siamo giudicati per quello che abbiamo e non per quello che siamo, con tutte quelle pubblicità che ci lavorano ai fianchi del subconscio suggerendoci che siamo delle gran fighe solo se magre e con tanti capelli lucidi e vaporosi, questa donna mi sta dando una grande lezione. Perché c’è un particolare del suo aspetto che grida Non mi interessa ciò che pensa la gente della mia testa diversa: un ciuffetto di capelli accanto all’orecchio destro regge un fiore bianco di stoffa.

Facebook Comments Box