Lo compro o no? Cornetto all’albicocca Misura senza latte e uova

n. 693

brioche

Lo compro o no? Cornetto all’albicocca Misura senza latte e uova

Dopo l'uscita del mio libro “Cosa c’è nel mio cibo” (8,90 euro, Giunti, in tutte le librerie) un sacco di gente mi chiede consigli su come fare la spesa! Quello che rispondo è semplice: leggiamo le etichette e premiamo i produttori che mettono sul mercato alimenti che non contengono coloranti, conservanti, ingredienti scadenti... Il problema infatti è che tendiamo ad accumulare nell’organismo troppi di questi pessimi ingredienti e col tempo la salute ne risentirà.

Ecco allora un nuovo post di una nuova rubrica, leggo l’etichetta e decido se metterlo nel carrello. Oggi: Cornetto all’albicocca Misura senza latte e uova

Ecco la lista completa degli ingredienti:

brioche

Farina di frumento, confettura di albicocca 22,5% (purea di albicocca 45% corrispondente al 10% degli ingredienti totali, zucchero, sciroppo di glucosio-fruttosio, gelificante: pectina, correttore di acidità: acido citrico) olii e grassi vegetali non idrogenati (girasole, burro di karité), lievito naturale (frumento) – zucchero – sciroppo di glucosio-fruttosio – Emulsionanti: mono e digliceridi degli acidi grassi di origine vegetale, lecitina di soia-  aromi – glutine di frumento – sale – farina di frumento maltato

Punti a favore:

-l’azienda specifica che gli emulsionanti (sono le sostanze  che tengono insieme gli ingredienti oleosi e acquosi) sono di origine vegetale e per me che sono vegetariana è importante.

-sulla confezione è strillata l’assenza di olio di palma. Ok, anche questa info mi convince.

Punti a sfavore:

-sia nella marmellata che nell’impasto è stato aggiunto lo sciroppo di glucosio-fruttosio, ingrediente pessimo per il suo impatto sul fegato, come racconto nel mio libro Cosa c’è nel mio cibo sulla base delle ultime ricerche.

Punti che sorprendono: la presenza del burro di karité, grasso edibile certo ma che di solito trovo nei prodotti idratanti per la pelle. Non è di origine animale ma deriva dalla pianta africana del karité.

Lo compro? Sì perché voglio assaggiare un prodotto senza latte, burro “classico”, uova. Devo ammettere che la consistenza sotto i denti è molto piacevole, non è grasso come i cornetti del bar ma il sapore mi lascia un po’ perplessa: è dolce al punto giusto ma c’è un retro gusto che non mi convince. Non penso che le ricomprerò, soprattutto per la presenza del pessimo sciroppo di glucosio-fruttosio.

Facebook Comments Box