alimentazione

Torrone morbido: che delusione

n. 702

torroneIo amo i dolci.

Li amo così tanto che da qualche anno non compro più il pandoro. Non posso: se lo apro, lo finisco nel giro di uno-due giorni. E dato che non vado in palestra e non mi ammazzo di corsa o di qualunque altra cosa che fa tanto bene al corpo e brucia tante calorie ma che mi annoia a morte, mi gusto il pandoro solo a “scrocco”: a casa di amici non posso afferrarlo e abbracciarlo urlando “Sei tutto mio!”, sono costretta a controllarmi. E subito dopo il pandoro, sotto Natale non può mancare il torrone, per me quello morbido. E niente, non ce la fanno: alcuni produttori industriali, alcuni molto noti, devono risparmiare anche sul torrone e usare ingredienti di bassa qualità. Anche su una cosa semplice e buonissima come il torrone!(continua)

Lo compro o no? Sottilette Fila e Fondi alla Mozzarella

n. 701

sottiletteDopo il lungo lavoro che ho svolto per scrivere “Cosa c’è nel mio cibo” un sacco di gente mi chiede consigli su come fare la spesa! Quello che rispondo è semplice: leggiamo le etichette e premiamo i produttori che mettono sul mercato alimenti che non contengono coloranti, conservanti, ingredienti scadenti... Il problema infatti è che tendiamo ad accumulare nell’organismo troppi di questi pessimi ingredienti e col tempo la salute ne risentirà.

Ecco allora un nuovo post di una nuova rubrica, leggo l’etichetta e decido: Lo compro? E vi dico se questo prodotto è finito nel mio carrello o no. Oggi analizzo l’etichetta di un prodotto suggeritomi da una mia amica: Sottilette Fila e Fondi alla Mozzarella(continua)

Lo compro o no? Ciobar

n. 699

ciobarciobarDopo il lungo lavoro che ho svolto per scrivere “Cosa c’è nel mio cibo” un sacco di gente mi chiede consigli su come fare la spesa! Quello che rispondo è semplice: leggiamo le etichette e premiamo i produttori che mettono sul mercato alimenti che non contengono coloranti, conservanti, ingredienti scadenti... Il problema infatti è che tendiamo ad accumulare nell’organismo troppi di questi pessimi ingredienti e col tempo la salute ne risentirà.

Ecco allora un nuovo post di una nuova rubrica, leggo l’etichetta e decido: Lo compro? Oggi: Ciobar

Lo compro o no? Zuppa Toscana Valle degli Orti

n. 698

zuppaDopo il lungo lavoro che ho svolto per scrivere “Cosa c’è nel mio cibo” (Giunti, 8,90 euro) un sacco di gente mi chiede consigli su come fare la spesa! Quello che rispondo è semplice: leggiamo le etichette e premiamo i produttori che mettono sul mercato alimenti che non contengono troppi coloranti, conservanti, ingredienti scadenti... Il problema infatti è che tendiamo ad accumulare nell’organismo troppi di questi pessimi ingredienti e col tempo la salute ne risentirà. E allora vediamo come è andata la mia ultima spesa... Oggi tocca alla Zuppa Toscana Valle degli Orti(continua)

 

Lo compro o no? Cornetto all’albicocca Misura senza latte e uova

n. 693

briocheDopo l'uscita del mio libro “Cosa c’è nel mio cibo” (8,90 euro, Giunti, in tutte le librerie) un sacco di gente mi chiede consigli su come fare la spesa! Quello che rispondo è semplice: leggiamo le etichette e premiamo i produttori che mettono sul mercato alimenti che non contengono coloranti, conservanti, ingredienti scadenti... Il problema infatti è che tendiamo ad accumulare nell’organismo troppi di questi pessimi ingredienti e col tempo la salute ne risentirà.

Ecco allora un nuovo post di una nuova rubrica, leggo l’etichetta e decido se metterlo nel carrello.
Oggi: Cornetto all’albicocca Misura senza latte e uova (continua)

Cipolle senza lacrime

n. 572

cipolleVi piacciono le cipolle?Io sono rimasta folgorata dalla bontà della zuppa di cipolle della mia amica Enrica: in una ciotola di cotto, uno strato di pane abbrustolito “sorregge” la zuppa, sulla quale è adagiato uno strato di brie. Il tutto passato alla gratinatura per pochi minuti. Strepitosa! Vi parlo di cipolle perché nel Regno Unito da poche settimane sono in vendita le Sweet Red Onion, cipolle rosse dolci, che hanno due caratteristiche interessanti: sono meno lacrimogene e non lasciano il fiato in uno stato “imbarazzante”. La nuova cipolla è un ibrido ottenuto dopo vent’anni di prove con circa 500 bulbi selezionati da parte del coltivatore Alastair Findlay della Bedfordshire Growers...(continua)

Scienza gnam!

n. 526

meleDopo anni di ricerche e indagini condotte nel Nord America e in Europa Occidentale, gli esperti di nutrizione hanno individuato alcuni cibi super – sani da portare sempre in tavola (ovviamente variando nei giorni). E’ una bella occasione anche per ficcare il naso nelle varie molecole che ingeriamo ogni giorno. Con mio enorme dispiacere nell’elenco non ci sono il cioccolato, la focaccia di Recco, il Parmigiano, il pesto e la pizza. Un vero inferno... Scherzi a parte, ecco la lista dei super-cibi: vi piacciono? A me sì, tranne il pesce...

(continua)

 

Grassi saturi e dintorni

n. 477

biscottiRicevo da una famosissima azienda un pacco di biscotti per la colazione. È un nuovo lancio e fra qualche giorno ci sarà la conferenza stampa. Prima di leggere gli ingredienti, ne assaggio uno: delizioso. Osservo la scatola e in basso a destra sono riportate queste informazioni:

 

55 kcal per biscotto (ah, però, ne ho già divorati due)

Senza grassi idrogenati

-50% di grassi saturi

C’è qualcosa che non mi quadra... (continua)

Pages