cosa c'è nel mio cibo

Torrone morbido: che delusione

n. 702

torroneIo amo i dolci.

Li amo così tanto che da qualche anno non compro più il pandoro. Non posso: se lo apro, lo finisco nel giro di uno-due giorni. E dato che non vado in palestra e non mi ammazzo di corsa o di qualunque altra cosa che fa tanto bene al corpo e brucia tante calorie ma che mi annoia a morte, mi gusto il pandoro solo a “scrocco”: a casa di amici non posso afferrarlo e abbracciarlo urlando “Sei tutto mio!”, sono costretta a controllarmi. E subito dopo il pandoro, sotto Natale non può mancare il torrone, per me quello morbido. E niente, non ce la fanno: alcuni produttori industriali, alcuni molto noti, devono risparmiare anche sul torrone e usare ingredienti di bassa qualità. Anche su una cosa semplice e buonissima come il torrone!(continua)

Lo compro o no? Sottilette Fila e Fondi alla Mozzarella

n. 701

sottiletteDopo il lungo lavoro che ho svolto per scrivere “Cosa c’è nel mio cibo” un sacco di gente mi chiede consigli su come fare la spesa! Quello che rispondo è semplice: leggiamo le etichette e premiamo i produttori che mettono sul mercato alimenti che non contengono coloranti, conservanti, ingredienti scadenti... Il problema infatti è che tendiamo ad accumulare nell’organismo troppi di questi pessimi ingredienti e col tempo la salute ne risentirà.

Ecco allora un nuovo post di una nuova rubrica, leggo l’etichetta e decido: Lo compro? E vi dico se questo prodotto è finito nel mio carrello o no. Oggi analizzo l’etichetta di un prodotto suggeritomi da una mia amica: Sottilette Fila e Fondi alla Mozzarella(continua)

Lo compro o no? Vellutata di zucchine EuroVerde

n. 700

zuppaDopo il lungo lavoro che ho svolto per scrivere “Cosa c’è nel mio cibo” un sacco di gente mi chiede consigli su come fare la spesa!

Quello che rispondo è semplice: leggiamo le etichette e premiamo i produttori che mettono sul mercato alimenti che non contengono coloranti, conservanti, ingredienti scadenti... Il problema infatti è che tendiamo ad accumulare nell’organismo troppi di questi pessimi ingredienti e col tempo la salute ne risentirà.

Ecco allora un nuovo post di una nuova rubrica, leggo l’etichetta e decido: Lo compro? E vi dico se questo prodotto è finito nel mio carrello o no. Oggi: Vellutata di zucchine con patate e grano saraceno di EuroVerde(continua)

Lo compro o no? Ciobar

n. 699

ciobarciobarDopo il lungo lavoro che ho svolto per scrivere “Cosa c’è nel mio cibo” un sacco di gente mi chiede consigli su come fare la spesa! Quello che rispondo è semplice: leggiamo le etichette e premiamo i produttori che mettono sul mercato alimenti che non contengono coloranti, conservanti, ingredienti scadenti... Il problema infatti è che tendiamo ad accumulare nell’organismo troppi di questi pessimi ingredienti e col tempo la salute ne risentirà.

Ecco allora un nuovo post di una nuova rubrica, leggo l’etichetta e decido: Lo compro? Oggi: Ciobar

Lo compro o no? Pesto Top Esselunga

n. 687

pestoDopo il lungo lavoro che ho svolto per scrivere “Cosa c’è nel mio cibo” un sacco di gente mi chiede consigli su come fare la spesa! Quello che rispondo è semplice: leggiamo le etichette e premiamo i produttori che mettono sul mercato alimenti che non contengono troppi coloranti, conservanti, ingredienti scadenti... Il problema infatti è che tendiamo ad accumulare nell’organismo troppi di questi pessimi ingredienti e col tempo la salute ne risentirà.

Ecco allora un nuovo post di una nuova rubrica, leggo l’etichetta e decido: Lo compro? E vi dico se questo prodotto è finito nel mio carrello o no.

Oggi: Pesto Top senz'aglio  Esselunga(continua)