il fisico onnisciente

Un lettore mi scrive...

n. 194

smart

Ciao Monica: ci sarà una relazione fisica al fatto di trovare a certe ore del giorno con elevatissima probabilità, chi guida e non utilizza gli "indicatorii di direzione", le frecce dell'auto insomma? Sarà possibile far rientrare in qualche formula matematica o qualcos'altro di simile comportamenti anomali del genere? Ma l'elenco è lunghissimo, come ad esempio le persone che masticano chewing-gum e lasciano ricordo delle loro fatiche mascellari nei più reconditi meandri.. x ora mi fermo, grazie! Gabriele

(segue la risposta)

Palle di cristallo

n. 153

amelia la fattucchiera che ammalia

Una volta c'era Amelia con la palla di cristallo, oggi ci sono ricerche che assomigliano a palle di cristallo.

Leggovi da Corrirere.it: Julia Mossbridge, alla guida dell'analisi, è restia a parlare di presentimento e preferisce definire il fenomeno rilevato come "attività anticipatoria anomala". Nella loro revisione dei precedenti studi gli scienziati hanno potuto verificare che le persone sottoposte a due o più tipi di stimoli appositamente ordinati per risultare imprevedibili producevano una differente attività biologica post-stimolazione. La sorpresa rilevata è data dal fatto che l'attività che precedeva lo stimolo stesso era già indirizzata e quindi anticipava quella conseguente alla stimolazione.

A parte che non ho capito niente MA dal resto dell'articolo ho detto quanto segue: pare che siamo in grado di prevedere cosa accadrà neii prossimi 1-2 secondi. Bisogna ascoltare il proprio corpo e "leggerlo": sudorazione, dilatazione della pupilla, battito caridaco, ecc...ecc.

Siate il Dottor House di voi stessi. E' vero, funziona: fra due secondi mi farò un caffè. Oh, guarda, ho la tazzina in mano.

Aperto solo per noi?

n. 116

alien inside

Capita spesso che mi chiedano se esistano gli extraterrestri. Dopo aver bofonchiato le solite cose (Ci sono progetti scientifici che stanno indagando…bla…bla) mi chiedono del caso Roswell, passando per E.T. fino ad arrivare a Star Trek. Bene. Per interrompere il flusso di entusiasmo filo-extragalattico faccio la seguente affermazione:

"Non sappiamo neanche perché siamo qui noi, sulla Terra…."

Sguardo con salvaschermo del mio interlocutore: leggo la sua paura negli occhi, non starò per caso iniziando un mattone filosofico-scientifico-religioso, vero? Tranquillo, vorrei solo accennare al Principio Antropico