medicina

Dottori col cuore

n. 503

dottoriQuesta mattina riflettevo sulla figura del medico. Ne ho intervistati diversi in questi giorni, per alcuni articoli che sto scrivendo e di tutti i tipi: esperti di nutrizione, di estetica, dermatologi, ecc... Essendo stata cresciuta da una nonna in gamba ma pur sempre una donna con 53 anni più di me, qualche medico ogni tanto entrava nella nostra vita. E più ne conoscevo, più disprezzavo la categoria e più mi saliva quella strana sensazione di aver sbagliato tutto: altro che fisica, avrei dovuto far il medico e prendermi cura IO di mia nonna (ok , ho un filo di mania di controllo ma sto migliorando).(continua)

Le misteriose onde di Schumann

n. 489

ondeschumannIeri sera presa dalla sindrome della casalinga impazzita, ho messo in ordine un pezzo di libreria. Fra i volumi accatastati in orizzontale come un muro sbilenco, è saltato fuori Medicina quantistica. Non ricordavo di averlo comprato. Infatti guardo all’interno e vedo che è un campione omaggio: ora mi sovviene, era arrivato in redazione, quando lavoravo per il mensile Newton (pace all’anima sua). Inizio a leggerlo: le prime 62 pagine contengono un riassunto di fisica nucleare ed elettromagnetismo. Il linguaggio è un po’ “spartano”, alle volte spigoloso, a tratti non molto chiaro per un profano ma, spiegano gli autori, il testo è destinato ai medici, che di fisica magari ne sanno poco ma qualcosa dovrebbero capire. A un certo punto a pagina 63 è scritto:...(continua)

 

La risonanza magnetica

n. 430

risonanza2 Una mia amica, preoccupata di prendersi delle radiazioni, mi ha chiesto di raccontarle come funziona la risonanza magnetica. In realtà di radiazioni, come quelli dei raggi X delle radiografie, non ce ne sono. Una volta si chiamava risonanza magnetica nucleare ma le persone erano troppo spaventate: oggi la parola nucleare è scomparsa. Effettivamente era fuorviante: i nuclei a cui si riferiva la vecchia definizione sono quelli degli idrogeni che formano i nostri tessuti, che vengono “solleticati” da un intenso campo magnetico. Le radiazioni o le emissioni nucleari non c’entrano nulla. Vediamo allora cosa succede quando si entra in quel tubo......(continua)

Ipocretina

n. 239

neuroni

Ok, forse ho il senso dell’umorismo di un bambino di cinque anni ma quando ho letto questa notizia, mi sono messa a ridere: la molecola prodotta dal cervello e responsabile della nostra felicità è l’ipocretina, come hanno scoperto i ricercatori della University of California di Los Angeles.

(continua)

Golden dog!

n. 140

branco di cani

Mi piacciono le notizie che parlano dei progessi della scienza medica per gli animali! L'ultima arriva dal College of Veterinary Medicine dell'Univeristà del Missouri: le particelle d'oro radiottive di dimensioni nanometriche possono curare il cancro alla prostata, anche in forma aggressiva, nei cani. Questo tipo di tumore è identico a quello che si può manifestare negli uomini e gli scienziati sono pronti a scommettere che questa terapia presto sarà adattata con successo anche sui… bipedi.
Le preziose nanoparticelle non danneggiano i tessuti sani perché sono iniettate direttamente nel tessuto malato che, “bruciato” dall'energia emessa, inizia a regredire. Delle particelle poi non rimane traccia: si “disfano” dopo quasi 3 giorni e dopo circa un mese ogni traccia di radiottività è sparita.