news

Agganciato!

n. 217

Star Trek

Vi ricordate la mitica serie televisiva Star Trek, per la quale ho una vera e propria adorazione? Una delle frasi storiche suonava più o meno così: "Sulu, raggio traente!".
L'ordine faceva scattare un dispositivo grazie al quale un fascio elettromagnetico poteva agganciare per esempio un relitto e trainarlo come se fosse legato a un guinzaglio. Bene, il raggio traente sta per diventare realtà.

(continua)

Cambio gomme…

n. 216

gomme smart

Devo cambiare le ruote alla mia adorata Smart. E il dialogo con vari amici maschi si è svolto sempre nell’identico modo:

Io: allora, devo cambiare le gomme della Smart…
Lui: di già? Quanti chilometri “ha su”?
Io: boh.
Lui: ma devi saperlo!
Io: controllerò…comunque è del novembre 2005, praticamente gennaio 2006
Lui: sì ma non c’entra, devi vedere quanti km hai fatto…
Io: e a cosa mi serve? Si vede che sono lisce!
Lui: ma sei sicura? Le hai già cambiate quelle davanti con quelle dietro?
Io: Eh?
Lui: Ma sì, perché le gomme non si consumano in modo uniforme, bisogna scambiarle…
Io: Io non posso scambiarle, quelle dietro sono più grandi!
Lui: EH? La Smart è proprio una macchina del…

(continua)

Il paradosso del Gatto di Schroedinger

n. 215

parola

Il paradosso del Gatto di Schroedinger doveva essere l'ultimo, decisivo, fatale attacco al cuore della fisica quantistica, sotto l'influenza di Einstein, con cui Erwin Schroedinger scambiò molte lettere fra il giugno e l'agosto del 1935.

Ed ecco di cosa si tratta. Immagina di prendere una scatola. Al suo interno ci sono un gatto e un meccanismo: un contenitore pieno di atomi che hanno la probabilità di decadere o di non decadere. Quindi: un'ora forse decade o forse no. Se decade, il dispositivo si aziona e rompe una fiala di veleno che uccide il micio. Vorrei tranquillizzare i SindaGatti: l'esempio è piuttosto truce ma si tratta di un esperimento mentale e nessun gatto è stato torto un baffo.

Il mistero di Betelgeuse

n. 214

stella

Ho la fortuna di vivere in un luogo in cui le notti sono ancora buie. Quando guardo il cielo, ho la sensazione che tutto si alleggerisca, che le pesantezze del giorno siano cose che ci inventiamo per passare il tempo perché il vero mistero è lassù, sopra le nostre teste.

Romanticismi a parte, in queste sere spicca la costellazione di Orione, facilissima da individuare: la cintura del cacciatore è costituita da tre stelline messe in diagonale. Da lì saltare alle spalle, alla testa e alle ginocchia è un attimo. Ora provate a individuare la stella Betelgeuse, che forma la spalla destra di Orione: è arancione e molto luminosa. Ha circa 1000 volte il diametro del nostro Sole ed è 100.000 volte più luminosa.

(continua)

Che piatto usi?

n. 213

piatto

Piatti, bicchieri, tazze e contenitori di plastica: non usateli mai a contatto con cibi caldi oppure per scaldare le pietanze al microonde. Il ricercatore americano Kenneth Spaeth ha notato che il calore e i cibi acidi (come i sughi a base di pomodoro) aumentano il rilascio di melammina da parte delle stoviglie.

La melammina è una delle materie prime utilizzate per fabbricare la plastica e a lungo termine può favorire i calcoli renali e danni ai reni. A questo proposito un recente studio fatto dall'Università di Taiwan su 12 uomini e donne sane, ha dimostrato che già dopo 12 ore dall'ingestione i volontari avevano, dopo aver consumato i pasti in ciotole di plastica, tracce di melammina nelle urine: 8,35 microgrammi.

Evitare questa contaminazione è facile: bisogna utilizzare ceramiche e vetro di buona qualità (il made in Italy dovrebbe essere una garanzia) e soltanto saltuariamente i contenitori di plastica. lo stesso avvertimento vale per le ciotole destinate agli animali: no alla plastica. Piccola nota storica: la melammina fu sintetizzata dal barone e chimico tedesco Justus Von Liebig, che inventò il celebre estratto di carne (e non solo).

Invidia invidia!

n. 212

facebook like

Amici, mi sono sposata con un uomo meraviglioso, ricco e bello e simpatico: allego foto del viaggio di nozze in Australia mentre i canguri fanno "ciao-ciao" con la zampetta.
Amici, oggi festeggio i 40 anni di matrimonio, amore ti amo perchè non mi hai mai tradita!
Amici, oggi sono felice perchè mi hanno aumentato lo stipendio, ho vinto alla lotteria e il mio gatto è candidato al Nobel in psicologia (L'effetto purr: come funziona sul cervello umano).

(continua)

E bravo bugiardo!

n. 211

parola

A quanto pare tutti gli esseri umani sono bugiardi, e più si va avanti con l'età più le fandonie sono costruite con maestria. Secondo i ricercatori iniziamo intorno ai 4 anni e non la smettiamo più.

Robert Feldman, esperto di scienze sociali e comportamentali della University of Massachusetts, sostiene che questo è piuttosto strano perchè il nostro cervello impiega parecchia energia per costruire e mantenere informazioni non vere: per questo motivo alla fine costruiamo intorno alla bugia un "mondo" di giustificazioni che modificano la realtà dei fatti, fino a dimenticare che quello che stiamo dicendo è una balla.

(continua)

Giallo risolto

n. 210

van gogh

Correte subito a casa e verificate con quali luci state illuminando il vostro autentico Van Gogh.
Una squadra di scienziati europei (anche italiani) ha scoperto come mai alcuni pigmenti dei quadri del grande artista stanno cambiando colore: in particolare il giallo cromo sta scurendo assumendo una sfumatura marroncina.

(continua)

Pages