oroscopo

Di che stagione sei?

n. 229

zodiaco

L'altra sera sono uscita con due amiche. A un certo punto si sono guardate e hanno detto:
"E se presentassimo Tizio alla Monica?"
- Ma chi, Coso?
-Eh, lui!
-Ma no, guarda che è gay..
-Ah, peccato... Sai Monica, fa l'astrologo!
Io le guardo e un po' perplessa chiedo: "Intendevate l'astronomo?"
-No, no! L'astrologo! Ma di quelli seri, che ti fanno tutto l'ambaradan...
Beh insomma, pericolo scampato dato che l'uomo in questione preferisce il testosterone. Io non credo negli oroscopi, le stelle del nostro universo sono globi gassosi che bruciano ad anni luce da noi, come potrebbero influenzare la nostra vita? Credo che dare la "colpa" alla stelle per i nostri errori sia invece molto comodo.
La questione oroscopo comunque mi ha fatto venire in mente una ricerca di qualche anno fa: uno studioso ha messo in relazione la stagione in cui si nasce con le malattie a cui si potrebbe essere più esposti. Cercando in rete ho scoperto che sono state condotte altre ricerche di questo tipo e ... ne sono rimasta affascinata. Supporre che le condizioni atmosferiche e di luce possano influenzare lo sviluppo di un essere umano non è affatto insensato. Se pensiamo che un semplice viaggio in aereo può sballare il nostro orologio biologico (fenomeno del jel-lag, caratterizzato insonnia, nervosismo, nausea, ecc...), un'intera stagione potrebbe avere conseguenze ben più profonde e durature sulla vita che si sta formando. Ecco cosa ho scoperto:

(continua)