panna

Fisica della panna montata

n. 542

gattosilver

Adoro la panna montata. Da piccola la prendevo alla "latteria" del quartiere, con lo spruzzo di cannella. Per fare fisica è un esempio fantastico. C’è veramente di tutto dentro. Dalla struttura dell’Universo (che potrebbe essere una “schiuma”) alla termodinamica, passando per la tensione superficiale e tante altre amenità.

La panna di questo post però non è non è quella montata a mano, quella cioè in cui puoi mettere un cucchiaino in piedi e sei sicura che la gravità ne esce sconfitta.

Voglio parlare di quella industriale, con quel tappo tondo che non riesco mai a rimettere, così “evanescente” da non reggere neanche lo stuzzicadente di una formica, che dopo dieci minuti si squaglia, che ho sempre la tentazione di attaccarmi al beccuccio per pulirlo bene, che dopo due -tre spruzzi generosi è già finita. Eppure è buonissima....(continua)