stelle

Lasagne di neutroni

n. 532

monicaLa mia carissima amica A. circa quindici anni fa frequentava un ragazzo a cui avevo affibbiato il soprannome di stella a neutroni.

Lei, fisica come me, lo sapeva e concordava. Sembrava una cosa carina essere indicato come una stella brillante del cielo, vero? No, per niente...(continua)

Le stelle in noi

n. 505

stelleTest di valutazione. Donne, la prossima volta che qualcuno vi dirà I tuoi occhi sono come stelle, potete dire “Sì lo so, lo dice anche la fisica”. Che succede poi? Caso A: il maschio di formazione cerebrale medio-bassa scapperà terrorizzato come una lepre. Caso B:  Uno affascinato anche dal vostro cervello potrebbe essere incuriosito e decidere di starvi a sentire (ho detto "starvi a sentire", vi rendete conto dell'eccezionalità dell'evento?). Abbiamo così dimostrato che la fisica aiuta le donne a non perdere tempo... Scherzo!  Dai torniamo alla fisica e agli occhi stellari: gli atomi che formano le piante, gli animali, la Terra e il Sistema Solare e tutto il resto sono stati fabbricati stelle. A me questa cosa affascina un sacco: quando accarezzo il mio gatto, sto toccando protoni, neutroni ed elettroni che arrivano da chissà quale zona dell’Universo! Ma allora si può stimare quanta “materia stellare” forma il nostro corpo? Certo!(continua)

Il mistero di Betelgeuse

n. 214

stella

Ho la fortuna di vivere in un luogo in cui le notti sono ancora buie. Quando guardo il cielo, ho la sensazione che tutto si alleggerisca, che le pesantezze del giorno siano cose che ci inventiamo per passare il tempo perché il vero mistero è lassù, sopra le nostre teste.

Romanticismi a parte, in queste sere spicca la costellazione di Orione, facilissima da individuare: la cintura del cacciatore è costituita da tre stelline messe in diagonale. Da lì saltare alle spalle, alla testa e alle ginocchia è un attimo. Ora provate a individuare la stella Betelgeuse, che forma la spalla destra di Orione: è arancione e molto luminosa. Ha circa 1000 volte il diametro del nostro Sole ed è 100.000 volte più luminosa.

(continua)

Il lifting misterioso delle stelle

n. 156

stelle

Da un po' di tempo non alzo lo sguardo al cielo: ho perso il conto dei giorni in cui continua a piovere. E mi dispiace perché il cielo stellato è un momento di silenzio, meditazione, relax interiore. E, almeno per me, conoscere la fisica delle stelle non ha mai tolto poesia e fascino al cielo notturno. E poi ci sono ancora un bel po' di misterida risolvere.

Il telescopio dell'osservatorio La Silla (Cile) per esempio ha dato un'immagine dell'ammasso globulare NGC 6362, confermando uno dei grattacapi più noti dell'astronomia: quello delle stelle blu. La maggior parte degli ammassi stellari hanno circa 10 miliardi di anni, sono affollati soprattutto da stelle molto antiche, si riconoscono dalla loro luce gialla: significa che hanno quasi esaurito il loro carburante nucleare e sono pronte per entrare nella fase di vita successiva: collasseranno su loro stesse e poi si gonfieranno, rasformandosi in giganti rosse. Ebbene sì, l'età di una stella è strettamente legata al suo colore e in ultima analisi alla quantità di carburante consumato.

(continua)