La Fisica del Bau

Tartufi speciali

n. 121

la fisica del bau
Qualche giorno fa, tra morti-tragedie-spread-incubi colettivi, le notizie vomitate dal TG stavano affossando il mio umore. Così ho afferrato il telecomando per sintonizzarmi su altro ma non vi dirò cosa cercavo perché temo di perdere la vostra stima...Beh ve lo dico lo stesso: speravo in una puntata di "Ma come ti vesti", ho dovuto accontentarmi di una replica di The Big Bang Theory. A un certo punto....

...lo speaker ha iniziato a raccontare dell'ennesima - ahimè - donna uccisa e probabilmente nascosta in giardino, tanto che gli investigatori hanno usato i cani molecolari. Alt. Fermi tutti. Ragiono un secondo: cani molecolari = cani che fiutano molecole. Grazie al cavolo, tu giornalista cosa credi che aspirino le loro narici, ciambelle? E allora mi attacco al Manuale delle Giovani Marmotte Moderne cioè internet. Scopro che la definizione è una banale "trovata giornalistica" (e te pareva). Si tratta di cani molto dotati, con un tartufo più sensibile di quello in dotazione ad altre razze. Concludo pubblicando un brano tratto dal libro La fisica del Bau: è parte dell'intervista al grifone francese Zurg, che spiega come funziona il loro meraviglioso nasone.