Recensione: Chimica Quotidiana

n. 468

cover

È uscito il nuovo libro di Silvano Fuso, docente di chimica, dal titolo Chimica quotidiana. Ventiquattr’ore nella vita di un uomo qualunque (Carocci Editore, 240 pagine, 19 euro). Ve lo consiglio perchè è ricchissimo di curiosità e il linguaggio è semplice e lineare. Vi anticipo un piccolo assaggio, buona lettura!

Pag 26

La proprietà che consente di utilizzare un cristallo di quarzo per misurare il tempo e quindi far funzionare la vostra odiata sveglia, si chiama piezoelettricità. Essa si ritrova in diversi materiali e consiste nel fatto che se un cristallo viene sottoposto a una deformazione meccanica causata da una forza esterna, esso genera una differenza di potenziale elettrico (effetto piezoelettrico diretto). Viceversa se viene sottoposto a una differenza di potenziale, esso subisce una deformazione (effetto piezoelettrico inverso o effetto Lippman). L’effetto piezoelettrico diretto venne scoperto intorno al 1880 da Pierre Curie (1859-1906).

Pag 43

In uno shampoo vi è generalmente un contenuto medio in tensioattivi puri (la cosiddetta SAL, sostanza attiva lavante) che può variare dal 5 al 15%. Il tensioattivo primario è costituito di solito da sodio laurilsolfato o da altri alchilsolfati. È inoltre presente un tensioattivo migliorativo che ha la funzione di attenuare l’aggressività di quello primario.

 

Pag 61

Una tazza piena d’acqua contiene alcune prugne secche che vostra moglie vi ha riposto la sera precedente. Ricordate benissimo che le prugne erano rinsecchite e raggrinzite mentre ora appaiono decisamente rigonfie. Cosa può esser successo? Il fenomeno che ha determinato l’ingrossamento delle prugne si chiama osmosi, è ben conosciuto dai chimici ed estremamente diffuso in natura. Il fenomeno venne scoperto nel 1748 dall’abate e fisico francese Jean-Antoine Nollet (1700-1770).

 

Pag 111

La farina di grano tenero è composta principalmente da amido (64-74%) e proteine (9-15%). Queste ultime (principalmente gliadina e glutenina) a contatto con l’acqua e per azione meccanica dell’impasto, si legano fra loro per formare un complesso proteico chiamato glutine, che conferisce elasticità alla pasta ottenuta.

 

Pag 178

Tralasciando gli aspetti meccanici e termici, le lavastoviglie sono interessanti innanzitutto per il detersivo che utilizzano, molto diverso rispetto a quello usato per lavare i piatti a mano. Il detersivo per lavastoviglie deve essere molto più energico perché, nonostante la forte pressione dei getti d’acqua calda che si generano al suo interno, nella lavastoviglie non c’è l’azione meccanica di pulitura con spazzola o spugna.

 

Pag 208

Il Valium possiede proprietà ansiolitiche, anticonvulsivanti, sedative e miorilassanti e viene comunemente usato per trattare stati ansiosi, insonnia e spasmi muscolari. Tra le benzodiazepine è forse quello che gode di maggior fama. Attualmente esistono moltissimi farmaci appartenenti a questa categoria. Tra i principali ricordiamo il lorazepam (Tavor)……e il bromazepam (Lexotan). Dal punto di vista chimico essi hanno in comune una molecola in cui è presente un anello benzenico (a sei atomi di carbonio e di forma esagonale) e un anello diazepinico. Quest’ultimo è costituito da sette atomi: cinque di carbonio e due di azoto con un radicale fenilico in posizione 5.

Facebook Comments Box