Recensione: La pizza al microscopio

n. 688

coverpizzaHo diverse amiche ossessionate con la “pasta madre”. La trattano come un animale domestico, prendendosene cura amorevolmente e facendo ben attenzione a mantenerla “viva” (ho il sospetto che ci parlino anche...). Ma che cos’è questo “blob vivo”, che rende pane e focaccia molto, molto più buone dei soliti impasti di base? Una buona spiegazione si trova nel nuovo libro “La pizza la microscopio – Storia, fisica e chimica di uno dei piatti più amati e diffusi al mondo “ (Gribaudo, 14,90 euro, 160 pag).

Gli autori  Walter Caputo, laureato in economia e scienze statistiche, e Luigina Pugno, psicoterapeuta cognitivista e sessuologa, hanno raccolto moltissime informazioni sul mondo delle farine, degli olii, dei pomodori e naturalmente spiegano come fare in casa una buona pizza napoletana, quali sono le caratteristiche che dovete osservare per riconoscerne una realizzata davvero bene e cosa farne degli avanzi (avanzi? Con me è impossibile!).  

Alla fine del libro c’è un test per verificare quanto ne sapete di “sicurezza alimentare”. E per concludere una curiosità: da brava italiana pensavo che esistesse un solo tipo di pizza (napoletana... che altro?) e invece si annoverano anche la californiana, la greca, la  siciliana, la new yorkese...

Facebook Comments Box